Aiutare i bambini ad adattarsi all'arrivo di un fratello — ChildTherapyToys
Aiutare i bambini ad adattarsi all'arrivo di un fratello

Aiutare i bambini ad adattarsi all'arrivo di un fratello

Di Amy Fletcher, Scuola del bambino 

Mentre gli psicologi consigliano ai genitori di farlo aspettare quattro anni tra i bambini questo accade di rado. I Centers for Disease Control & Prevention (CDC) riferiscono che il 17,5% dei genitori ha una differenza di età compresa tra 13 e 24 mesi tra i primi due figli, mentre il 17,2% ha una differenza di età compresa tra 25 e 36 mesi. Minore è il divario, maggiore è la probabilità che si verifichino sfide. Indipendentemente dall'età in cui arriva un fratello, i bambini sperimenteranno una serie di emozioni, alcune delle quali non avevano mai provato prima. I bambini verbali, con un buon vocabolario di parole sui sentimenti, possono avere un momento più facile. Sono state scritte dozzine di libri che possono aiuta i bambini ad espandere il loro vocabolario e aiutali ad affrontare i loro sentimenti. Gli studi dimostrano che più un bambino sopprime i propri sentimenti nei confronti del nuovo membro della famiglia, maggiore è il numero di comportamenti disadattivi che vengono visualizzati. 

Il passaggio alla fratellanza
Quasi l'80% dei bambini americani ha almeno un fratello, secondo una revisione degli studi di Brenda L. Volling. Ogni bambino reagisce in modo diverso all'arrivo di un fratello o di una sorella. È utile notare che la maggior parte delle volte le aspettative dei genitori sul comportamento del figlio erano peggiori di quanto non fossero. I comportamenti indesiderati che possono essere presentati dai bambini con un nuovo fratello includono:

  • Gelosia
  • Comportamento dirompente
  • Sfogo nervoso
  • Problemi di sonno
  • Aggressione
  • Regressione

 Inoltre, il passaggio alla fratellanza ha spesso comportato una diminuzione delle manifestazioni di affetto del bambino. Poiché ai genitori viene sempre più consigliato di trascorrere più tempo possibile con il loro bambino, è abbastanza facile per un bambino più grande sentirsi come se fosse stato sostituito dal fratello e questo può portarlo a recitare. Con questo in mente, i genitori dovrebbero evitare di rimproverare rapidamente il figlio più grande e concentrarsi sull'insegnamento e incoraggiare comportamenti positivi.

Esprimere le proprie emozioni
La maggior parte dei genitori e dei medici è consapevole che i bambini esprimono sentimenti di frustrazione e rabbia fin dall'infanzia, ma di solito non con le parole. Ad esempio, Jess, 5 anni, impedirebbe fisicamente a suo fratello minore di gattonare, provocando un urlo arrabbiato da parte del fratellino. Anche quando viene mostrato tale comportamento, lo psicologo clinico, il dottor Mandi Silverman, afferma che i genitori devono fare del loro meglio per mostrare e rassicurare il loro bambino che la nuova aggiunta alla loro famiglia è per il bene superiore. I genitori dovrebbero essere incoraggiati a usare il linguaggio dei sentimenti e insegnare le parole dei sentimenti in modo che i loro figli possano esprimere ciò che provano per il loro nuovo fratello in un modo che non causi danni. Sara Laule, MD osserva che i genitori possono anche incoraggiare i loro figli a disegnare o dipingere i loro sentimenti per aiutare i genitori a capire meglio le loro emozioni.  

Alleviare l'aggressività attraverso il rinforzo positivo
Numerosi studi longitudinali hanno scoperto che l'aggressività aumenta nei bambini più grandi quando diventano fratelli o sorelle maggiori. Una delle maggiori preoccupazioni che questo comporta per i genitori è la paura che il figlio maggiore possa ferire fisicamente il fratello minore. Tale comportamento dovrebbe essere sempre scoraggiato; tuttavia, è essenziale che non sia fatto in modo negativo. La risposta naturale di un genitore a questo scenario è solitamente quella di mettere il bambino in time out. AAP News riferisce che più di tre quarti dei genitori usano il timeout per affrontare il comportamento inappropriato dei propri figli. I genitori devono prestare attenzione quando danno conseguenze negative poiché corrono il rischio di far sentire ai loro figli di essere puniti per i loro sentimenti o per non essere un membro della famiglia abbastanza buono.

 Fare riferimento al bambino come "il nostro bambino" è altamente raccomandato in quanto include immediatamente il fratello maggiore. I genitori dovrebbero anche incoraggiare attivamente il bambino più grande a 'fare del bene' per il fratellino o la sorellina. Durante il cambio del pannolino e le poppate, ciò può comportare la richiesta al bambino più grande di passargli le salviette o di cantare una canzone per farlo divertire. Man mano che un bambino diventa più interessato al fratello minore e dimostra maggiore affetto e amore, i genitori potrebbero desiderare di aumentare il legame tra i due consentendo al fratello maggiore di tenere e nutrire il fratello minore. Allattare con il biberon un bambino richiede cura e precisione e molti genitori useranno uno scaldabiberon per ottenere la giusta temperatura del latte. A un fratello maggiore potrebbe essere insegnata l'importanza di prendersi cura dell'acqua calda e del latte caldo e imparare a testare la temperatura prima di darlo al fratello. Naturalmente, il gioco con le bambole è un modo ideale per insegnare a un bambino come tenere e nutrire correttamente il proprio fratello.

L'importanza del tempo uno contro uno
Per aiutare un bambino a superare i suoi sentimenti di gelosia, rabbia, tristezza e ansia, i genitori devono assicurarsi di considerare un po' di tempo personale di qualità con il loro bambino. Uno studio del 1993 ha rilevato che dopo la nascita di un fratello, i bambini più grandi coccolavano le loro madri meno spesso rispetto a prima della nascita del fratello. Blake Lancaster dottorato di ricerca consiglia ai genitori di consentire ai propri figli di guidare l'attività durante questo periodo e di seguire il loro esempio in quanto ciò manterrà le cose naturali e prive di pressioni sia per il genitore che per il bambino.

La maggior parte dei bambini che sperimentano la transizione per diventare fratello o sorella non sperimenteranno significative difficoltà di adattamento. E la transizione può essere resa ancora più semplice con alcune delle strategie discusse sopra. Tuttavia, ci sono quei bambini che faranno fatica ad adattarsi. La Play Therapy è consigliata per quei bambini che hanno persistenti difficoltà di adattamento. Informazioni sulla terapia del gioco e aiuto per trovare un terapista del gioco sono disponibili all'indirizzo www.A4PT.com.

Questo articolo ci è stato gentilmente fornito da Amy Fletcher, per conto di LA SCUOLA DEL BAMBINO. Dai un'occhiata!

Articolo precedente Le parole possono ispirare di Leah Davies M.Ed.
Prossimo articolo Suggerimenti per feste di compleanno per bambini con ADHD