Suggerimenti per i nuovi terapisti del gioco: lavorare con il bambino tranquillo — ChildTherapyToys
Suggerimenti per i nuovi terapisti del gioco: lavorare con il bambino tranquillo

Suggerimenti per i nuovi terapisti del gioco: lavorare con il bambino tranquillo

Quando un bambino entra nel tuo ufficio e non sembra molto socievole, o si esprime molto verbalmente, potrebbero essere in gioco una serie di fattori. Che si tratti di ansia, depressione o timidezza, è importante trovare un modo per entrare in contatto con loro. Soprattutto se sei un nuovo terapista, può essere difficile sapere esattamente cosa fare. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a imparare a lavorare con bambini tranquilli.

Costruisci una relazione

Il modo migliore per aiutare un bambino tranquillo ad aprirsi è costruire una relazione con lui. Una volta stabilita la fiducia e il rapporto con un bambino, inizieranno ad aprirsi. Un ottimo modo per farlo è spiegare qual è lo scopo della terapia e qual è il tuo ruolo come terapeuta all'inizio di una sessione. Inoltre, convalidare i pensieri oi sentimenti di un bambino man mano che una sessione procede può aiutare a costruire quel legame di fiducia essenziale.

Informazioni sul bambino
Prendere le sessioni iniziali per imparare cosa piace a un bambino può essere cruciale nelle sessioni future, specialmente se hai a che fare con un bambino tranquillo o timido. Anche piccole sessioni di gioco possono aiutare qui. Quando i bambini raggiungono i sei anni, hanno trascorso quasi 15.000 ore a giocare. Quali giocattoli li fanno sentire a casa? Sono interessati al kit terapia vassoio di sabbia? Le carte terapeutiche sono più veloci? Diversi tipi di giocattoli per la terapia infantile possono far sentire ogni bambino in modo diverso riguardo alle proprie esperienze individuali. Questo è un aspetto della terapia che può aiutare i bambini a sentirsi più a loro agio nella stanza della terapia, il che rende ancora più importante che tu lo includa.

Silenzio
Se stai lavorando con un bambino tranquillo, è importante ricordare che va bene anche per te stare zitto. Soprattutto come nuovo terapista potresti sentire la necessità di mantenere una conversazione frequente. Ma in realtà va benissimo, e può anche far sentire più a suo agio un bambino, avere periodi di tempo in cui nessuno parla. Una semplice e tranquilla sessione di terapia con vassoio di sabbia potrebbe essere la chiave per lavorare bene con il bambino.

Potrebbe volerci del tempo per abituarsi a lavorare con bambini tranquilli, ma questi suggerimenti dovrebbero aiutarti lungo la strada. Ricorda: parte della terapia del gioco è consentire a un bambino di elaborare esperienze inconsce e subconsce.
Articolo precedente Maggio Riepilogo della terapia del gioco dalla pagina La mia terapia del gioco
Prossimo articolo Lista di controllo per i genitori: come sapere se tuo figlio soffre di ansia