Morte per mille tagli: sperimentare l'ADHD - ChildTherapyToys
Morte per mille tagli: sperimentare l'ADHD

Morte per mille tagli: sperimentare l'ADHD

 

Non è esagerato suggerire che l'autostima dei bambini con ADHD, nel corso della loro infanzia, subisca mille tagli. Anche in presenza di adulti ben intenzionati e solidali, a un individuo con ADHD viene costantemente ricordato che non ce la fa: compiti dimenticati, compiti incompleti, voti bassi, promemoria per stare zitti, scarpe, guanti, giacche e scarpe persi o smarriti. materiale scolastico e ritardo, per citare solo alcuni dei comportamenti negativi mostrati da qualcuno con ADHD. E poi ci sono i commenti: “quante volte te lo devo dire?” Quando imparerai? Quanto è difficile?" "Perché non riesci a prenderlo?" e "Stai zitto!" Poi c'è l'infinita sfilata di conseguenze negative: time out, elettronica persa, nessuna pausa, nessun tempo di gioco, cipiglio, irritazione e delusione da parte di genitori e insegnanti e, in alcuni casi, conseguenze molto peggiori. Gli esseri umani sono resilienti. Un solo taglio e il corpo guarisce da solo. Tagli multipli, sparsi per tutta la vita, e il corpo guarisce da solo. Ma mille tagli si accumulano in un breve periodo di tempo e il corpo muore.

 Nel loro libro "Death by A Thousand Cuts" Brook, Bourgon e Blue notano che lo scopo di questo tipo di esecuzione non è solo quello di infliggere dolore fisico e morte. Aveva anche lo scopo di negare alla vittima la speranza della vita dopo la morte e infliggere vergogna. I mille tagli subiti da un individuo con ADHD hanno spesso un effetto simile, l'inflizione della vergogna e la perdita della speranza, non per una vita dopo la morte, ma per una vita decente finché hanno ancora fiato. Gli adulti con ADHD sono rappresentati in modo sproporzionato nelle popolazioni incarcerate, sperimentano più fallimenti accademici, più interruzioni del lavoro e più conflitti coniugali.

Cosa fare? Innanzitutto, dobbiamo assicurarci di comprendere l'ADHD. Non si tratta solo di essere iperattivi, impulsivi o disattenti. Gli individui con ADHD sperimentano una serie complessa di difficoltà tra cui sensibilità emotiva, deficit del funzionamento esecutivo, deficit delle abilità sociali e sfide regolamentare la loro attenzione. Gli individui con ADHD possono prestare attenzione se la cosa a cui si stanno occupando è intrinsecamente interessante per loro, o se gli è stata offerta una carota abbastanza grande. La sfida per un individuo con ADHD è svegliarsi per occuparsi adeguatamente di cose che sono noiose e monotone. Inoltre, le persone con ADHD possono concentrarsi eccessivamente e avere difficoltà a disimpegnarsi da ciò in cui sono coinvolte.

Cos'altro? Smettiamola di banalizzare la diagnosi. L'ADHD non ti ucciderà fisicamente, ma contribuisce a una grande quantità di disagio emotivo e una vita di sfide. E iniziamo a diagnosticarlo correttamente. Prenditi il ​​tempo per ottenere una storia completa, rivedere i registri scolastici e ottenere questionari standardizzati completati da genitori e insegnanti. Dobbiamo anche riconoscere che l'ADHD è un problema neurologico che non si risolve da solo e non si risolve con la psicoterapia. Mentre la terapia è spesso una componente importante del trattamento, i genitori e i bambini con ADHD devono essere istruiti (costantemente) sull'ADHD, le persone con ADHD hanno spesso bisogno di una maggiore struttura (p. supporto (assistenza compiti, tutoraggio, organizzazione dello zaino) e infine farmaci. Dobbiamo essere istruiti sui farmaci e smettere di averne paura. Rivolgiti al supporto di un bravo psichiatra o pediatra e di un bravo psicologo se la diagnosi non è chiara o se ci sono diagnosi multiple da escludere.

Riconoscendo il disagio emotivo vissuto dalle persone con ADHD nel corso della loro vita, aumentiamo la nostra capacità di rispondere in modo empatico e appropriato ai nostri clienti con ADHD e li mettiamo in una posizione migliore per condurre vite soddisfacenti e di successo.

Articolo precedente Lista di controllo per i genitori: come sapere se tuo figlio soffre di ansia
Prossimo articolo 5 vantaggi della terapia del gioco con la sabbia per i bambini